Anna Maria Artwork

Haute Couture

 

 

Questo sito e' una raccolta dei miei lavori vari che piu' mi rappresentano

Disegno e creo Corsetti e Abiti Storici su misura

Il Corsetto

Un capo icona che rimane attuale nel tempo, “timeless”.. Usato sin dal 1600 da uomini e donne dalla piu’ giovane eta’, indossato sotto gli abiti che venivano realizzati su misura per accentuare le linee che questo “capo” riusciva a dare. Probabilmente uno degli indumenti più seduttivi mai esititi nella storia dell'abbigliamento.
Quello da noi piu’ ricordato e riproposto e’ Inglese di Epoca Vittoriana ed Eduardiana. Il Corsetto rappresenta per me la femminilita’, il nostro voler raggiungere l’immagine della perfezione, la vita sottile da sempre collegata alla giovinezza, quasi come quella delle vespe, infantile e delicata, assottigliando il punto vita grazie ad una stretta ferrea ed a numerosi sostegni rigidi che corrono per tutta la lunghezza del bustino. Era ed e’ sempre piu’ la nostra dolce gabbia, un laccio stretto che ci tiene allo standard che questa societa’ richiede.
In questi anni in cui l’apparire sta diventando sempre piu’ importante, chirurgia estetica per modellarci ed arrivare al traguardo della perfezione, ecco il corsetto aiuta proprio a questo in modo piu’ naturale e da un punto di vista estetico è innegabilmente affascinante.
Si presenta raffinato, femminile , elegante, una gabbia raffinata che tutte le donne adorano avere nel proprio guardaroba!!
E’ stato il nostro reggiseno fino ai primi del 900, se tagliato e strutturato correttamente, sostiene benissimo il seno senza bisogno di ulteriori coppe o ferretti. Adatto alla donna piu’ snella ma ideale per la donna piu’ formosa, non ha limiti di taglie.
Sopraseno, lungo o semplicemente stringivita, il corsetto ha accompagnato la moda femminile nel corso degli anni e dei secoli, giungendo fino a noi, tendenza della moda, ancora carico di simboli e di seduttività. Sono molti gli Stilisti che da sempre si ispirano al taglio del Corsetto, ricordo le giacche degli anni 50 di Christian Dior nella collezione del 1947… quando la linea curvosa della donna diventava piu’ morbida ma sempre molto strutturata. Per poi ricordare le linee strepitose di Jean Paul Gautier, Versace, Vivienne Westwood, Issey Miyake e Alexander Mc Queen..
Non si puo’ definire bene quando e’ apparso il Corsetto nella storia, ricordiamo la statuetta “ Dea dei Serpenti”, è una dea della civiltà minoica, riferibile a rituali della fecondita’, figura ricorrente della scultura minoica, la datazione è 1600-1580 a.C. La statuetta ha il tipico abito a falde ricadenti bloccato sui fianchi da un elemento a selle che sembrerebbe realizzato in stoffa più pesante. Uno stretto corpetto, che comprime e lascia scoperti i seni.
Il Corsetto viene indossato nelle Opere e Balletti nei palcoscenici dei teatri piu’ importanti,.. oggi usato per rappresentare anche il mondo del Burlesque che ha dato modo a tanta gente di scoprire questo Capo a loro ancora sconosciuto o dimenticato, diventa sempre piu’ un capo sensuale che esalta le forme in modo elegante non volgare se creato con esperienza, da usare anche quotidianamente.